IL PROGETTO

"Egli aveva notato che la voce del fiume gli parlava, e da quella imparava, essa lo educava e lo istruiva..." 

(Hermann Hesse, Siddharta)

Questo ipertesto è la sintesi del lavoro svolto da alcune classi dell’ITIS “Cardano” di Pavia negli anni scolastici 2001-2002 e 2002-2003 con le seguenti finalità:

Ø       affrontare aspetti tecnico-pratici dell’analisi delle acque

Ø       acquisire consapevolezza della complessità di un ecosistema fluviale

Ø       sviluppare sensibilità nei confronti dei temi ambientali

 

Nell’anno scolastico 2001-2002 le classi coinvolte sono state le terze CA e CB del corso di Chimica e la terza PD del corso di Informatica.

Gli studenti del corso di Chimica  hanno lavorato sui seguenti aspetti:

-          studio delle caratteristiche chimico-fisiche di un fiume

-          approfondimento di temi sulle acque correnti tramite incontri con esperti dell’A.R.P.A. di Pavia

-          analisi chimiche delle acque del Ticino mediante utilizzo di Kit analitici

-          tutoraggio di alunni delle scuole medie inferiori in occasione della giornata mondiale dell’acqua (manifestazione svoltasi a Torre d’Oglio - MN)

 

Un gruppo di studenti del corso di Informatica ha poi rielaborato tutti i dati e realizzato la prima parte dell’ipertesto.

 

Nell’anno scolastico 2002-2003 sono state coinvolte la quinta CA del corso di Chimica e alcuni studenti della quarta PD del corso di Informatica.

I chimici hanno approfondito il lavoro per quanto riguarda:

-          messa a punto di un modello analitico inerente le acque di un fiume, in riferimento ai parametri di legge (DL 18-08-2000 n. 258)

-          analisi delle acque del Ticino mediante Kit spettrofotometrici più accurati di quelli usati l’anno precedente

-          attività di tutoraggio

a)       per gli alunni delle elementari, medie inferiori e medie superiori, nel corso della manifestazione svoltasi presso l’area “Vul” di Pavia (Progetto “Il Ticino e le sue genti”)

b)       per alunni della Scuola Media “Angelini” di Pavia, presso i laboratori dell’ITIS “Cardano”

 

Gli informatici hanno risistemato tutti i dati e concluso l’ipertesto.