Biodegradabilità ed effetto di alcuni inquinanti

 

Sostanze organiche naturali prodotte dall’azione dei viventi

L’ambiente acquoso può difendersi (dipende dalla quantità!!!...)

Nelle acque vivono microrganismi aerobi che demoliscono tali sostanze

L’azione di demolizione procede finché c’è ossigeno disponibile

Finito l’ossigeno, entrano in azione altri microrganismi anaerobi
(la loro opera di demolizione è molto più lenta e avviene anche con produzione di sostanze tossiche: metano, ammoniaca ecc.)  

 

Inquinanti di origine fecale

causano una carica batterica elevata con implicazioni di carattere sanitario

 

Composti contenenti N e P (detti “nutrienti”) derivanti dalla degradazione della sostanza organica, dai fertilizzanti ecc.

possono indurre fenomeni di eutrofizzazione

 

Composti organici di sintesi, composti contenenti metalli pesanti (Pb, Cr, Hg ecc.)

solitamente presentano bassa biodegradabilità ed elevata persistenza

 

  Torna indietro